Valbona: investimenti chiave nello sviluppo

14-01-2018
Italy

Fra Italia ed estero, le private label rappresentano per l'azienda veneta specializzata nell'arte conserviera, ben l'85% della produzione, un valore che si traduce in oltre 500 articoli a marchio del distributore prodotti e oltre 500 brands.

 

Il lavoro di R&S dà i suoi frutti

Il continuo lavoro di ricerca e sviluppo e gli investimenti destinati alle private label spiegano il motivo per cui Valbona si è via via affermata nel panorama nazionale ed internazionale come co-packer dei marchi più conosciuti e prestigiosi. "L'azienda, - spiega il direttore commerciale Marco Pilenga - oltre ad essere presente nel comparto con tutte le categorie merceologiche - dai sottoli ai sottaceti, dai condimenti alle olive, passando per verdure grigliate, salse e pesti -, nel 2013 è entrata nel mondo del 'fresco' con una produzione che al momento consta di una linea di 'Flan di Verdure' e le 'Veganette', gli affettati di verdura recentemente premiati ad Anuga con l'Italian Food Awards 2017 nella categoria 'Fruits&Vegetables'".

Anche all'estero Valbona ottiene grande successo nel segmento della marca commerciale: ad oggi l'azienda sviluppa circa il 30% delle vendite totali nei mercati internazionali e le private label giocano un ruolo fondamentale. "Sono soprattutto i 'palati' internazionali - prosegue Pilenga - ad essere conquistati dalla tradizione culinaria italiana e più in generale mediterranea: fra le tante referenze i Pesti e gli Antipasti risultano essere le più apprezzate, proprio perché richiamono un gusto tipicamente italiano".

 

Un segmento da coltivare

Essere fornitori di private label richiede qualità, flessibilità, un servizio impeccabile oltre a cercare di essere sempre innovativi e all'avanguardia. In un mercato saturo e complesso come quello delle conserve vegetali diventa importante presentarsi con nuove ricettazioni, che assecondino i gusti dei consumatori e soddisfino le logiche di mercato. Questo vale per l'Italia e ancora di più per l'estero dove la produzione deve necessariamente seguire le esigenze di ogni singolo Paese, spesso molto diverse dalle nostre.

"Le PL - chiarisce Pilenga - hanno sempre rappresentato un mercato molto importante per l'azienda. Erano gli anni Settanta quando Valbona cominciò a produrre sottaceti e sottoli per la grande distribuzione italiana e anche estera. Oggi possiamo affermare con orgoglio che Valbona viene scelta come partner da numerose insegne della GDO per l'ampia selta della sua produzione, per il servizio puntuale ed efficiente, per gli elevati standard qualitativi e l'innovazione con cui si propone in questo comparto". 

 

Nuove referenze che sposano i trend in atto

Uno dei punti di forza di Valbona è la capacità di sapersi adattare alle diverse logiche di mercato e alle nuove tendenze di consumo. "Proprio in quest'ottica, - conferma Pilenga - la nostra produzione negli ultimi anni si è arricchita di nuove linee in grado di soddisfare i bisogni del consumatore, ne sono un'esempio Valbìo, il nostro brand dedicato alle referenze biologiche, la linea Vegan che comprende pesti e creme privi di ingredienti di origine animale, o ancora la gamma premium che presenta prodotti di alta qualità, valorizzando al filiera di alcune tipicità come i Pomodori Secchi di Calabria, il Carciofo Spinoso di Sardegna DOP e le Olive Taggiasche, selezionando materie prime certificate IGP come la Cipolla Rossa di Tropea IGP, il Cappero di Pantelleria IGP e la Cipolla Bianca di Margherita IGP.

 

Differenziare i due business? Si può!

Non per tutte le aziende l'essere sia co-packer che produttori a marchio proprio comporta dei compromessi: "Con i nostri brand - spiega Pilenga - cerchiamo un posizionamento diverso rispetto a quello delle PL, per cui le strategie che adottiamo sono totalmente diverse. Ne consegue una differenziazione di gamma e di comunicazione che porta ogni nostra produzione ad occupare il giusto spazio che merita, portando un valore aggiunto all'offerta nei confronti del consumatore finale. Le Private Label e la produzione con il proprio brand, del resto, sono, da più di 50 anni, le due 'anime' di Valbona e continuano a convivere innovandosi giorno dopo giorno".