Valbona: che grande idea! L'avventura dei fratelli Marchetti

20 Ago 2014
Valbona: che grande idea! L'avventura dei fratelli Marchetti

Cinquantanni fa l'idea da cui è nata Valbona ha fatto innamorare due fratelli padovani, Gino e Bruno Marchetti.Tante cose sono cambiate da allora, tranne una. I profumi e i sapori sinceri che ogni vasetto sprigiona.

Valbona è un'idea che ha rivoluzionato molte cose. Soprattutto nel mondo delle conserve vegetali. Un mix perfetto di intuizione e passione che ha dato vita ad uno straordinario progetto imprenditoriale. Nato dalla combinazione di pochi ma fondamentali elementi: due fratelli, un vecchio acetificio dismesso, audacia e coraggio a volontà. Così iniziò l’avventura Valbona. Abbiamo rispolverato alcuni vecchi ricordi e li vogliamo condividere con voi.

LA FAMIGLIA MARCHETTI. Erano i primi anni Sessanta, e l’Italia era un paese in piena crescita, pronto ad accettare grandi sfide. C’era tanto da scoprire, tutto ancora da costruire. In ogni settore: dall’edilizia, alla moda, all’industria meccanica fino al settore alimentare. Erano gli anni del primissimo Made in Italy: le aziende nascevano su una specializzazione artigianale, e diventavano forti e vigoroso in pochi anni. Crescevano veloci, assieme all’Italia tutta… La storia di Valbona è la storia di una famiglia padovana che proprio in quegli anni decise di mettersi alla prova. I fratelli Gino e Bruno Marchetti vennero a conoscenza di un antico acetifici dismesso e decisero di acquistarne l’attrezzatura. Era il 1962 quando rilevarono l’Acetificio Gallina di Mira e lo trasferirono da Venezia a Lozzo Atestino. E’ in quell’anno che ebbe inizio la loro grande avventura.

I PRIMI PASSI. Ad ognuno il suo ruolo, a seconda delle proprie propensioni. Di comune accordo, Gino - pragmatico ed ingegnoso - si dedicò alla produzione mentre Bruno - sognatore dallo spirito avanguardista – scelse di seguire le vendite e i contatti con i clienti. Ma produrre sottaceti non era abbastanza per i fratelli Marchetti: il mondo delle conserve vegetali era un mondo ancora tutto da esplorare. Da subito i due fratelli spinsero l’azienda verso nuovi orizzonti. Si aprirono così alla produzione destinata alle insegne della grande distribuzione ed iniziarono ad allargare la gamma con i primi sottoli e altri prodotti in salamoia.

VALORI SINCERI SI UNISCONO AD UNA IDEA VINCENTE. Grazie ai suoi fondatori lo sviluppo dell'azienda andò di pari passo con il radicarsi di una profonda identità aziendale, che portò Valbona sin dall'inizio a distinguersi nel settore delle conserve vegetali. A renderla unica e diversa fu quel profondo amore per il territorio e la passione per i gusti genuini della tradizione veneta, direttamente infusi nell'azienda dalla famiglia Marchetti. Sono forse proprio questi valori la più preziosa eredità che Gino e Bruno ci hanno lasciato. Ai soci fondatori si deve sicuramente il grande vanto di aver intuito l'importanza che le conserve vegetali avrebbero assunto di lì a poco nel panorama del mercato italiano. A loro si devono quindi non solo molte delle nostre ricette ma anche e soprattutto un grande insegnamento. Quello secondo il quale per ottenere un buon prodotto si deve partire da un buon ortaggio. Sono questi i valori che continuano ad ispirarci. Affinché oggi -come allora- genuinità e bontà siano sempre e comunque gli ingredienti principali dei nostri prodotti.

Altri articoli