Le cipolline borettane e il fascino della loro raccolta

31 Ott 2014
Valbona Blog - Il fascino bianco e nero della raccolta delle cipolline borettane

Piccole e pregiate, le cipolline borettane sono una particolare varietà di cipolline coltivate già nei secoli passati nella zona padana fra Veneto ed Emilia. Non tutti però hanno avuto l'opportunità di vedere almeno una volta la loro raccolta. Si tratta di uno spettacolo dal grande fascino: e ora noi vi raccontiamo il perchè.

UNA COLTIVAZIONE MODERNA. Oggi la coltivazione delle cipolle si svolge con mezzi altamente tecnologici, che permettono di controllarle e selezionarle a seconda delle dimensioni. Una volta raccolte, sempre su ampia scala, le cipolline vengono lavate, sbucciate, sciacquate nuovamente e infine sottoposte ad una veloce cotturaValbona, che affida a coltivatori esperti questa speciale coltivazione mantenendo però interno all'azienda il controllo di filiera, ha visitato come di consueto le campagne venete durante l'attività di raccolta. Lo spettacolo che accompagna questo piccolo ma affascinante ortaggio durante la sua raccolta è sempre impressionante: nel cuore della campagna padana, macchine sofisticate controllano ogni fase di raccolta e cernita, sotto l'occhio vigile di contadini esperti che verificano e accompagnano le cipolline passo a passo, garantendo la correttezza di ogni processo. A dominare su tutto uno straordinario gioco di colori: il verde della vegetazione degli ortaggi, il bianco delle cipolline - famose in tutto il mondo per il loro candore - e il nero delle ombre proiettate a terra dal caldo sole di maggio. Vi regaliamo questa foto, per condividere con voi questo spettacolo.

UNA VARIETA' SPECIALE. Le cipolline borettane rientrano fra le tante eccellenze culinarie italiane esportate nel mondo. Particolarmente adatte per essere conservate in aceto o sottolio, queste cipolline sono attestate in ricette anche molto antiche, risalenti al XV secolo. Il loro utilizzo è ancora assai diffuso nella cucina italiana, dove solitamente vengono utilizzate come contorno sfizioso per piatti quali salumi o carni arroste, o come ingrediente per impreziosire insalate di verdure o di riso. La loro origine veneto-emiliana spinge Valbona a selezionare solo cipolline provenienti dall'area di origine dell'ortaggio. Perchè? Perchè siamo convinti che a influire sulle loro caratteristiche siano non solo i caratteri intrinsechi, ma anche quelli derivanti dall'ambiente circostante, e quindi trasmessi dal terreno, dall'aria, e dal particolare clima della zona in cui vengono coltivate. Perchè scegliamo solo cipolle venete ed emiliane? Perchè è in quella zona che è nata questa eccellenza locale, ed è da quella zona che ancora oggi provengono le migliori cipolli borettane

Altri articoli